Pubblicato il

Ovaio Policistico: che fare quando il testosterone si fa sentire

La sindrome dell’ovaio policistico è una manifestazione caratterizzata da:

– iperandrogenismo

– oligomenorrea o amenorrea

– anovulazione

– cisti ovariche 

– caratteri secondari maschili: peluria , acne, capelli sottili o alopecia androgenetica, dermatite seborroica

– dolori alla zona pelvica, gonfiore e colon irritabile, mal di schiena

Onde evitare confusione la foto ritrae il noto transgender Conchita Wurst notoriamente di sesso maschile, provocatoriamente inserito come possibile modello di donna con caratteri mascolini, legati agli elevati valori di testosterone.

 

 

il quadro ormonale

> testosterone, androstenedione e DHEAS

> LH  e < FSH   (con rapporto > 2.5 al terzo giorno mestruale)

< SHBG (proteina deputata al trasporto ormoni sessuali)

> Insulina e ridotta tolleranza glucidica

< attività tiroidea può essere presente ed aggravare il quadro metabolico  

> livelli di stress > adrenalina > glucosio e la resistenza insulinica

(l’ adrenalina fra l’altro diminuisce le scorte di fosfatidil-Inositolo che invece è aumentato dagli estrogeni, ecco perché l’inositolo viene consigliato nella terapia: per favorire la formazione del fosfatidil-inositolo.

> livelli di stress > cortisolo >glicemia e la resistenza insulinica 

> omocisteina (non è da meravigliarsi perché tipicamente correlata a diete sbilanciate)

L’obesità è un fattore aggravante in quanto peggiora tutti i parametri metabolici e riproduttivi. 

  

che fare

Come sempre i migliori risultati si ottengono agendo su tutti i punti critici, che in sostanza significa portare all’equilibrio l’asse: testa>respirazione>apparato digerente>ovaio

  • stress

ridurlo è semplice: basta dedicarsi un’ora al giorno per se stessi, meglio se ne approfittiamo per fare una bella passeggiata,

ricordandoci che è attraverso la respirazione che facciamo fluire l’energia (nuoto, nordic walking sono grandi alleati)

nordic_walking_mod1-658x437

ci possono aiutare numerose piante es: camomilla verbena tiglio rodiola (noi abbiamo dei buonissimi gemmoderivati), poi si può sciogliere in tisana del MSM  noto per l’azione antinfiammatoria e come leggero tonico

  • insulina

l’insulina viene regolata anzitutto con:

– una dieta isoglicemica,

– dalla attività fisica

– da integratori di cromo, selenio, zinco,  fibra (come Glucofibra), myo-inositolo (Tireovital), cannella, complesso insaponificabile di avocado e soia (vedi Blusterol-ASi)

  • testosterone 

si regola mediante la modulazione della glicemia e dell’insulina (vedi sopra)

ci sono anche alcune piante che contengono fitoestrogeni  che rafforzano l’azione nella regolazione del ciclo. Sicuramente utile può essere il complesso Soia-Avocado Insaponificabile (vedi Blusterol-Asi) per la inibizione sulla aromatasi che porta alla formazione del DHT che stimola la formazione di acne.

Il progesterone viene aumentato anche dal betacarotene (in tal caso le carote vanno assunte crude con olio)

Gli estrogeni ed androgeni vengono elaborati dal fegato e riassorbiti a livello del colon, pertanto altri due punti critici sono

  • fegato e transito intestinale

inserendo la PAXAFIBRA ed adeguando l’alimentazione, dovrebbe essere sufficiente.

 

I ginecologi solitamente prescrivono la pillola anticoncezionale estroprogestinica, che però non va a regolare la insulina e la glicemia, quindi non agisce sulle cause 

 

  • tiroide

la funzionalità tiroidea è fondamentale per il metabolismo: un semplice test è la misura della temperatura basale ascellare e rettale

ove necessario si dovrà intervenire per correggere eventuali deficenze, vedi Tireovital

Scarica la Brochure 

TIROIDE

Energia e Fertilità

  • omocisteina

tipicamente dovrebbe autoregolarsi inserendo una dieta bilanciata

  • LH e FSH

tendono a normalizzarsi agendo sui punti precedenti

  • gonfiore e dolore

sono dovuti sia all’ovao infiammato che all’intestino infiammato. Il tutto peggiorato dalla ritenzione idrica connessa all’innalzamento del cortisolo e aldosterone a causa dello stress

Addottando una dieta adeguata alle proprie intolleranze ed usando dei prodotti tipo MSM e BLUSTEROL-FORTE , PAXAFIBRA oltre che a un ribilanciamento dei sali (vedi GASTROMINERAL) si riesce sicuramente a ridurlo in brevissimo tempo.

In pratica si mette a riposo l’intestino per 20 giorni, adottando lo stesso schema in uso per l’intestino infiammato (vedi schede intestino)

  • acne

applicazioni topiche di semplice acqua e sale iodato, e alternate preparazioni di MSM, con qualche goccia di oli essenziali, glicerina e zinco, dovrebbe essere sufficiente a controllare gli arrossamenti e l’eccesso di sebo.

Capite da sole che per quanto riguarda gli integratori da assumere c’è un’ampia scelta, cosi pure per la tipologia di dieta e percorso da seguire c’è differenza a seconda della gravità della situazione. Per maggiori dettagli potete contattarci

Grazie per la lettura

Romano Visentin 

Biologo

Romano-a-Sprea

———————-

Bibliografia

[1]Park KS et al., Fetal and early postnatal protein malnutrition cause long-term changes in rat liver and muscle mitochondria, 2003 Oct,  J Nutr. 

 

[2]Zhu JP et al, Increased mean glucose levels in patients with polycystic ovary syndrome and hyperandrogenemia as determined by continuous glucosemonitoring, 2013 Feb, Acta Obstet Gynecol Scand. 

 

[3] Cinar N et al.,  Adrenocortical steroid response to ACTH in different phenotypes of non-obese polycystic ovary syndrome,2012 Dec 7; J Ovarian Res. 

 

[4]Choi SW, et al., Association between a single nucleotide polymorphism in MTHFR gene and polycystic ovary syndrome, 2009 Jul; Eur J Obstet Gynecol Reprod Biol. 

 

[5] Jain M et al., MTHFR C677T polymorphism is associated with hyperlipidemia in women with polycystic ovary syndrome,2012 Jan; J Hum Reprod Sci. 

 

[6]Lim SS et al., The effect of obesity on polycystic ovary syndrome: a systematic review and meta-analysis, 2013 Feb, Obes Rev. 

 

 

 

 

4 pensieri su “Ovaio Policistico: che fare quando il testosterone si fa sentire

  1. Ho una figlia di 18 anni che soffre di acne e ovaio policistico.. Da quello che ho capito sono tanti i fattori da considerare,
    Avrei bisogno di una guida, mi potrebbe seguire ? Grazie Mariagrazia

    1. Mi contatti al 328 5684009, Saluti Romano

  2. Mia figlia dopo lungo periodo di interruzione ha ripreso l’uso del Tireovital.
    L’interruzione l’aveva attuata in quanto (probabilmente) grazie al Tireovital si erano ripresentate le mestruazioni ma con un flusso talmente abbondante da renderne difficilissima la gestione.
    Interromperlo però ha significato ripiombare nel “blocco” mestruo e in un ingrassamento notevole (con conseguente umore molto depresso ecc ecc) per cui la ragazza ha appena ripreso ad assumerlo
    Inoltre un consiglio su cosa fare affinché migliorino il quadro umorale e questo disastroso metabolismo ?
    Grazie come sempre
    Maria

    1. Sig.ra Maria, il TireoVital aiutando l’ovulazione ha favorito la comparsa delle mestruazioni, ma può per sua natura agire da leggero antiagreggante pertanto aumentare il flusso.

      La base della regolazione ormonale è gestire bene il sonno e lo stress, pertanto le posso consigliare la ns Melatonina Buon Sonno da associare a delle piante progestiniche e nel periodo delle mestruazioni della borsa pastore.

      Generalmente il sanguinamento abbondante può essere dovuto

      • Squilibrio ormonale. Durante i cicli mestruali, l’alternanza dell’estrogeno e del progesterone provoca un accrescimento regolare della mucosa che riveste l’interno dell’utero (endometrio). In questo caso l’endometrio (non utilizzato per l’impianto di una gravidanza) verrà espulso al momento della mestruazione senza eccessive perdite di sangue. Se non vi è secrezione di progeterone, come per esempio nei cicli senza ovulazione, l’endometrio cresciuto irregolarmente verrà espulso in maniera irregolare provocando un aumento delle perdite.

      • Disfunzione delle ovaie. Come già detto, in mancanza dell’ovulazione l’endometrio, sottoposto ad una iper-stimolazione estrogenica (assoluta nelle donne giovani e relativa in perimenopausa), sfalderà irregolarmente provocando un sanguinamento abbondante durante la mestruazione. La causa, della maggior parte dei casi, esclusa la perimenopausa, non è il disfunzionamento ovarico, ma il disfunzionamento dei meccanismi che regolano l’ovulazione a livello centrale (ipofisi e ipotalamo).

      Fibromi uterini. Questi sono neo formazioni benigne dell’utero estremamente frequenti. Sono più frequenti dopo i 30 anni, ma anche se raramente alcune donne possono soffrirne prima. A seconda della posizione, i fibromi uterini possono causare mestruazioni molto abbondanti.
      Polipi. Queste sono piccole formazioni a partenza dall’endometrio, in genere da uno a tre-quattro centimetri, che possono causare sia mestruazioni abbondanti che sanguinamenti irregolari. Vengono in genere asportati anche per prevenire, una degenerazione tumorale anche se rara.
      Adenomiosi. Si tratta di una condizione per cui i normali confini fra endometrio e miometrio (lo strato muscolare che si trova sotto l’endometrio e che è responsabile dell’attività contrattile uterina) sono alterati. Questo può causare mestruazioni molto abbondanti ed è più frequente nelle donne adulte che hanno avuto gravidanze.
      Dispositivo intrauterino (IUD).. Noto anche come spirale, può avere come effetto collaterale dei cicli molto abbondanti. In questi casi può essere rimosso e sostituito con uno IUD medicato al progestinico che, al contrario, riduce la quantità di sangue espulso con le mestruazioni.
      Complicazioni in gravidanza. Se la mestruazione abbondante si verifica dopo un ritardo mestruale, è necessario pensare all’eventualità di un aborto spontaneo. Se non si è mai vista la camera gestazionale e la sintomatologia non si risolve in breve tempo spontaneamente, o dopo un trattamento medico o chirurgico, bisogna tenere presente l’eventualità di una gravidanza extrauterina non sempre facilmente diagnosticabile con l’ecografia.
      Cancro. Per quanto il carcinoma dia molto più frequentemente perdite ematiche irregolari, in caso di dubbi sarà utile tenere presente questa eventualità
      Malattie emorragiche congenite. Esistono malattie non legate all’apparato riproduttivo che possono dare sanguinamenti abbondanti. Un tipo esempio è la malattia di Von Willebrand (una malattia che provoca una ritardata coagulazione del sangue).
      Farmaci. Una causa di mestruazioni abbondanti che può essere trascurata è l’assunzione di farmaci anti-infiammatori e anticoagulanti.
      Altre condizioni mediche. Possono essere causa diretta o indiretta di mestruazioni abbondanti le infezioni pelviche e le malattie del rene, della tiroide e del fegato.
      Fattori di rischio
      La causa più frequente di mestruazioni abbondanti è sicuramente il ciclo anovulatorio (cioè senza ovulazione).

      L’estrogeno viene prodotto ininterrottamente dalle ovaie e stimola la crescita del rivestimento interno dell’utero (endometrio). Il progesterone, che stabilizza l’endometrio e lo compatta permettendone una facile espulsione, viene secreto solo se c’è l’ovulazione. Questo spiega perché in assenza dell’ovulazione si avrà un endometrio irregolare che sfalderà irregolarmente al momento della mestruazione provocando una abbondante perdita di sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *