Articolazioni

Chi sta visitando questo sito pensa di averle provate tutte per ridurre il dolore e gli effetti collaterali dei farmaci antinfiammatori.
 

Molti di voi avranno già avuto approcci classici: antinfiammatori, interventi chirurgici, o alternativi: manipolazioni, agopuntura, ozonoterapia, radiofrequenza, laser etc.

In realtà l’approccio dovrebbe essere multidisciplinare.

Ma vediamo un po’ cosa possiamo dirvi di nuovo e di utile perché questa impresa riesca.

 

 

“abbiamo un corpo solo

 abbiamone cura”

 

Azioni di attacco

 

 

  1. mettere in scarico l’arto: es. per la ernia discale sdraiarsi di schiena sul rigido piegando le gambe; quindi mobilizzarlo senza carico.

  2. basificare: con l’infiammazione il sangue diviene più acido, e c’è una maggiore difficoltà ad espellere le tossine. ProBASICA è particolarmente adatto (è concentrato e ricco in microelementi adatti a fortificare le articolazioni)

  3. applicazioni di sale grosso riscaldato in forno (rilassa la muscolatura e asciuga l’eccesso di liquido);

  4. se si è soggetti a gonfiori intestinali (colite) è obbligo normalizzare l’intestino: altrimenti il carico di tossine peggiora l’infiammazione: vedi “alterazione della permeabilità intestinale“.

  5. uso di antinfiammatori naturali: ASI (o ASU=insaponificabile di soia avocado) MSM, GLUCOSAMINA, molto ben tollerati anche a livello gastrico. 

    L’ARTRO-C è un concentrato di MSM e di  Glucosamina solfato (la più attiva) ed è molto rapido a dare sollievo

    il BLUSTEROL-ASi è ricchissimo in isaponificabili di Soia ed Avocado (ASI)

  6. applicazioni locali di preparati a base di DMSO Arnica Boswellia (consultateci vi insegneremo come prepararveli da soli

 

 

 

Rafforzare

 

metabolismo:
una volta superata la fase “critica”, è fondamentale aumentare il metabolismo dell’articolazione “debole” in modo da favorire la “riparazione” della cartillagine da parte del complesso ASI e la “fissazione” degli elementi “attivi” (MSM, Glucosamina, Condroitina). Anche con la magnetoterapia.
 

peso forma:
raggiungere e mantenere il peso forma (vedi i programmi per la dieta)

attività fisica:
nuoto,  cyclette elittica, nordic walking.

denti:
avere cura dei denti (molte infiammazioni articolari sono causate da granulomi etc.)
 

antiossidanti:
il tessuto osseo e articolare beneficia di una dieta ricca di elementi Anti-Ossidanti: E’ stato chiaramente dimostrato che il danno che la cartilagine subisce da un carico eccessivo viene fortemente ridotto dagli antiossidanti: Vitamina C, Vitamina E, Betacarotene, Omega 3, acido Lipoico, Selenio, Zinco, acetil-Cisteina.

 

   
Revital-Logo-400x400

minerali:
inoltre per la sua particolare composizione necessita del Calcio Magnesio Fosforo che però è difficile assumerli in quantità elevata con gli alimenti, pertanto è opportuno assumere con continuità degli integratori a dosaggio moderato
 

microelementi:
come Silicio, Manganese, Rame e il Boro sono indispensabili
 

i GAG o Glucosamminoglicani:
glucosamina, condroitina, acido jaluronico agiscono sul connettivo e sulla cartillagine.

 

LETTERATURA MEDICA

 

 
studi medici indicano che gli antinfiammatori naturali e cartilagine-protettori più efficaci per i dolori osteo-articolari sono:

ASI (ASU) = estratti insaponificabili di Soia e Avocado. (efficaci a soli 300 mg)

MSM (dose efficace :300-1500** mg)

Glucosamina-solfato: (dose efficace:300-1500** mg)

**Note: La Glucosamina e il MSM vengono eliminati lentamente dall’organismo pertanto c’è un effetto accumulo: significa che lo stesso risultato lo si può ottenere ad un dosaggio inferiore ma dopo un tempo maggiore.
 

Il Revital.5 apporta 300+300 mg di Glucosamina e MSM + antissidanti
 

Artro-C 1/2 misurino: apporta 650 + 750 mg di Glucosamina solfato e MSM + Condroitina e antiossidanti.

 arthritis-res-logo
 

INTEGRAZIONE PRATICA

 

 

una buona base di integrazione (ad un favorevole rapporto costo beneficio) è costituita da:

BLUSTEROL-ASi (1-2 cucchiaini/die)

Revital.5 (1 bustina al giorno) 

Artro-C 1/2 misurino/ die 

ProBASICA (integratore di minerali basificanti con microelementi) quanto basta a portare il Ph delle urine a 7 (misurabile con una cartina tornasole) Generalmente è sufficiente un misurino,  il fabbisogno aumenta dopo pasti ricchi di zuccheri o negli stati infiammatori

“L’Elisir di giovinezza”

Una tale combinazione porta vantaggi per tutto l’organismo: pelle, colesterolo, circolazione, intestino, fegato, prostata, via urinarie

 

 
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *