Rettocolite-Crohn

  

 i pensieri dei clienti

Sono Nadia,   ..  soffro di Crohn da 4 anni .. ora il primo pensiero al mattino non è più la malattia, ma come vivere la giornata.

Sono Leonardo, … è da 15 anni che soffro di Crohn … oggi dopo otto mesi, la calprotectina è arrivata a 70, che dire è stata una lezione di vita.

“Sono Lorena ,  soffro dal 1994 di RCU e poi Crohn ..20 scariche al giorno, dimagrita, con le stampelle, ascessi in bocca  Oggi abbiamo festeggiato il mio 42 compleanno a nuotare fra le onde del mare ! Non ci dimentichiamo mai che è grazie a te che questo è possibile . ..

 

                non sai più

                        quanta carta igienica comperare

              

                                      prendititi cinque minuti e continua a leggere 

 

considerazioni

 

 

Qui daremo delle indicazioni che riguardano l’intestino molto infiammato.

Tipicamente all’inizio lo stato infiammatorio si misura dai sintomi classici, numero di scariche al giorno, presenza di muco, presenza di sangue.

Con il passare del tempo nei soggetti con Rettocolite e Crohn lo stato infiammatorio porta delle conseguenze più subdole e nascoste. 

Oltre alla comparsa di ulcere, il tessuto diviene fibrotico e può generare delle stenosi. Anche quando le scariche si sono normalizzate e lo stato infiammatorio sembra essere superato, i marker infiammatori specifici come la calproctetina rettale può rimanere elevata.

L’infiammazione elevata determina una alterazione tissutale che predispone al carcinoma.

 

 

 

 

 

 

L e   c a u s e 

Seguendo numerosi casi, emerge sempre che queste patologie sorgono in un momento difficile del soggetto.

Quindi nonostante la ricerca indichi possibili cause genetiche e quindi una predisposizione, la pratica mi ha insegnato che i fattori scatenanti sono:

  • lo stress cronico, che trova terreno fertile nell’insoddifazione, nel sentirsi deboli rispetto alle aspettative;

  • la debolezza fisica e nutrizionale, con un livello energetico basso, che accentua il senso di impotenza.

  • I due aspetti sono concatenati, ecco perché non basta sfiammare, usare cortisone, Infiximab, Humira, ma il lavoro da fare  deve andare oltre per guarire.

  • L’energia deve salire e deve fluire 

L a   g l o b a l i t a’   

 

La prima cosa è intervenire sul livello energetico:

  • se è basso si deve aumentare
  • se è alto si deve liberare

l’ideale è ottenere un buon livello di energia, ma con un sonno profondo ed un risveglio brillante.

Ciò si ottiene sia curando la alimentazione che calibrando gli integratori che devono dare energia, non farla sprecare, ma senza eccitare.

Anzi di notte si deve favorire un sonno profondo (difficilmente il soggetto con rettocolite o crohn va in scarica di notte)

La flora batterica riveste una importanza fondamentale. Non bisogna però pensare che l’assunzione dei fermenti sia sufficiente.

Infatti le molecole riparatrici della mucosa (gli acidi corti) si producono solo in presenza di cibo adatto o di un adeguata integrazione (vedi Fibra di Acacia). Anzi sotto le 5 scariche al dì non è raccomandabile l’assunzione prolungata di fermenti.


 

 

 

 

mood-girl-sand-sea-r

 

L’attività fisica

          è obbligatoria.

La tipologia è legata alla capacità di gestire lo stimolo.

Va calibrata in funzione del livello energetico e va fatta favorendo una respirazione libera e profonda.

 

 

Gli antinfiammatori vanno scelti possibilmente fra quelli naturali.

Il cortisone e gli immunosoppressori (infiximab, Humira) hanno moltissimi effetti collaterali

Il nostro Paxacol è una certezza in questo ambito.

L’uso di altri prodotti tipo ribes nigrum, curcumina, quercitina, silicio, incenso etc. posso trovare uno spazio, ma va data la priorità a quei prodotti che hanno anche un ruolo nutrizionale oltre che antinfiammatorio e antiossidante.

La presenza di ulcere ed eventuali ascessi obbliga una attenzione particolare alla parte circolatoria e nutrizionale.

Altro aspetto importante è l’acidosi tissutale e la carenza di minerali che la dieta povera di vegetali comporta.

Ciò obbliga ad una integrazione con sali tipo il Gastromineral e un monitoraggio del pH urinario.

Se vuoi saperne di più consulta il

 

MANUALE PRATICO PER I DISTURBI INTESTINALI E LE INTOLLERANZE ALIMENTARI

 

234 pagine in versione elettronica formato EPUB, MOBI o PDF

a 5,99 Euro direttamente dal nostro SHOP

 

 

 

L E   A R M I   

                    

 

 

Infiammazione

Paxacol

agisce sulla componente lipidica delle membrane ed esercita una potente azione antinfiammatoria.

Utilizzabile anche in  fasi acute

 

 

 

 

 

Fibra d’Acacia

è un alimento fantastico nel recupero gastrointestinale, 

mantiene alta la flora intestinale

e nutre la mucosa aiutandola a non infiammarsi

 

 

Energia ed Equilibrio

 
 

Paxafibra

ben 2,2 gr di antinfiammatorio (MSM),

fermenti lattici, 2 gr di probiotici, vitamine ,

minerali e estratti vegetali disintossicanti

e drenanti.

 
 

Gastromineral

è stato creato proprio per
rifornire le pompe ioniche indispensabili alla produzione energetica.

Particolarmente adatto nei casi di debolezza a svolgere la sua azione tamponante sull’acidità. 

 

 Sonno

 

la nostra migliore
alleata è la
Melatonina Buon Sonno

Rapida e Potente grazie alle sinergie vegetali e vitaminiche applicate alla tecnologia delle Microdosis sublinguale.

 

Stress 

una tisana a base di
piante rilassanti con l’aggiunta di gemmoderivati specifici che aprono i blocchi energetici, e una sana attività fisica  

Personalizzazioni 

come sempre le azioni vanno personalizzate, ma quanto sopra detto costituisce una ottima base di partenza 

 

 
 

Dieta 

la alimentazione sarà
scelta da te, noi ti suggeriamo come fare

CONSULTATE LA GUIDA ALLA RIEDUCAZIONE INTESTINALE cliccando qui


 

 

 

 

 

Se sei
arrivato fino a qua… allora sei pronto


contattaci…. 

            
sai come fare